Roberto Semprini

Nato a Rimini nel 1959, Roberto Semprini studia architettura a Firenze. Nel 1987 aderisce al movimento Bolidista, che esprime il design in chiave simbolica e come sintesi di un concetto di velocità elettronica. Trasferitosi a Milano inizia a collaborare come giornalista free-lance per alcune riviste di design come Modo, L'Atelier (Parigi) e ARDI (Barcellona). Nel 1989 esce il divano “Tatlin” di Edra, che risulta tra i prodotti vincitori del prestigioso premio TOP TEN a Dusseldorf. Nel 1994 con il tavolino “Manta” per Fiam è tra i vincitori del premio Young & Design. I suoi prodotti fanno parte della collezione permanente del Montreal Museum of Decorative Arts in Canada e del New Museum of Design di Londra. Nel 2000 si trasferisce a Rimini, dove inaugura lo spazio “RM 12 art & design”, Galleria d'arte e Studio di Design e Architettura di Interni. Attualmente, è docente di ruolo del corso di Design all'Accademia di Belle Arti di Brera. Nel 2008 nasce la collaborazione con Palazzetti, con cui crea il caminetto Vladimir che presenta all'edizione di quell'anno di “Abitare il tempo”, con l'esposizione “The Face House”.