Detrazioni fiscali 50% (ristrutturazioni) e 65% (ecobonus) fino al 31.12.2014

in: Tutti gli articoli - Energie rinnovabili 0 commenti | Letto: 96767 volte

Nella giornata di ieri 26.11.2013 il Senato ha approvato il disegno di Legge di Stabilità 2014, incluse le proroghe, fino a tutto il 2014, per:

  • Detrazioni del 50% per interventi di ristrutturazione edilizia,
  • Detrazioni del 65% per riqualificazione energetica,
  • Bonus del 50% per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

 

DETRAZIONI FISCALI per ristrutturazioni

Sono confermate al 50%, con tetto di spesa agevolabile fissato a 96.000 euro. Ricordo che l’articolo 16-bis comma 1, lettera h) del TUIR consente la detrazione del 50% anche per l’installazione di apparecchi a biomassa quali caminetti e stufe a legna o pellet, sia ad aria che idro, e caldaie a legna o pellet. La detrazione è possibile anche in assenza di una ristrutturazione edilizia vera e propria, ovvero, citando il decreto “Le predette opere possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia” L’idonea documentazione a cui si fa riferimento in questo caso non è altro che il certificato, rilasciato dal produttore, che attesta un rendimento del prodotto superiore al 70%. L’installazione della stufa, della caldaia o del caminetto deve essere effettuata da un tecnico qualificato, il quale per legge deve emettere regolare certificato di conformità (DM 37/08) E’ possibile usufruire dell’aliquota IVA agevolata al 10% per tutta la manodopera e gli accessori richiesti per l’installazione e la messa in opera (es.: tubi per canna fumaria).

 

DETRAZIONI FISCALI (o Ecobonus) per interventi di riqualificazione energetica

Le detrazioni del 65% contemplano interventi di

  • riqualificazione energetica globale dell’edificio (singole unità immobiliari o parti comuni di edifici residenziali),
  • l’installazione di pannelli solari,
  • la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con caldaie a condensazione, pompe di calore o impianti geotermici a bassa entalpia.

Per quanto riguarda le caldaie a biomassa, la loro installazione è agevolabile se rientra in una serie di interventi in grado di garantire all’immobile un preciso indice di prestazione energetica invernale, calcolato anche tenendo conto dell’involucro edilizio (i limiti sono individuati nell’allegato A, DM 13.03.2008, modificato con DM 26.01.2010). La caldaia installata deve inoltre possedere i seguenti requisiti:

  • Rendimento conforme alla classe 3 (EN 303-5);
  • Utilizzo di biomasse conformi alle specifiche indicate nel DL 152/2006;
  • Rispetto dei limiti di emissione stabiliti nel DL 152/2006 (allegato IX);
  • Porte e finestre con valori massimi di trasmittanza stabiliti nel DL 192/2005 (allegato C, tabella 4a) per tutti gli edifici che si trovano in zona climatica dalla C alla F compresa.

E’, infine, necessaria l’asseverazione di un tecnico abilitato che certifichi la rispondenza a tutti i requisiti tecnici citati.

 

BONUS MOBILI 50%

E’ valido per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A per i forni) fino ad una spesa massima di 10.000 euro, e possono usufruirne tutti i contribuenti che usufruiscono anche della detrazione per ristrutturazione. NON possono accedervi i contribuenti che usufruiscono delle detrazioni per riqualificazione energetica del 65%.

Oltre a questo blog, una fonte autorevole di informazioni è il sito www.casa.governo.it dove, nell’ambito della campagna “rimetti la casa al centro del tuo mondo”, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione una serie di documentazioni e di risposte alle domande più frequenti (FAQ). E’ possibile anche scaricare le guide ufficiali dell’Agenzia:

ALLEGATI

Dichiarazioni di rendimento dei prodotti Palazzetti e Royal:

 

comments powered by Disqus