Seleziona paese e lingua
Paese
Lingua
Conto Termico | Come calcolare l'importo dell'incentivo
Postato da:    18-gennaio-2013
 in: Energie rinnovabili - Conto Termico | 111 commenti | Letto: 40168 volte
Conto termico: sopralluogo gratuito

Abbiamo visto, nei precedenti articoli, quali sono gli interventi incentivati dal Conto Termico e quali caratteristiche devono avere i termocamini a legna, le stufe a legna, le stufe e i termocamini a pellet e le caldaie a pellet per poter essere consiederati prodotti ammissibili agli incentivi.

Ma come si calcola l'importo dell'incentivo?

Il decreto stabilisce due formule, una per le caldaie a biomassa e una per le stufe e i termocamini:

Caldaie a biomassa
Stufe a pellet, stufe a legna e termocamini
Ia tot = Pn x hr x Ci x Ce
Ia tot = 3,35 x logn(Pn) x hr x Ci x Ce

Dove:

Ia tot è l'incentivo annuo espresso in euro;

Pn è la potenza termica nominale dell'impianto;

Ci è il coefficiente di valorizzazione dell'energia termica prodotta, espresso in €/kWht, definito in Tabella 5 (allegato II del decreto) e distinto per tecnologia installata; per le caldaie a biomassa tale coefficiente è pari a 0,045 €/kWht,  per le stufe e i termocamini a legna e a pellet è pari a 0,040 €/kWht (entrambi i valori si riferiscono ad apparecchi con Pn inferiore o uguale a 35 kW);

Ce è il coefficiente premiante riferito alle emissioni di polveri distinto per tipologia installata come riportato nelle Tabelle 7, 8, 9 e 10 (allegato II del decreto).

hr sono le ore di funzionamento stimate in relazione alla zona climatica di appartenenza, come riportate in Tabella 6 (allegato II del decreto); Per sapere a quale fascia climatica appartiene il tuo comune di residenza, scarica questo pdf; la Tabella 6 è la seguente:

Zona climaticahr
A600
B850
C1100
D1400
E1700
F1800

Di seguito, qualche esempio di applicazione delle formule; per ogni prodotto preso in considerazione ho calcolato, per ogni zona climatica, l'importo totale dell'incentivo, ovvero quanto erogato dal GSE nelle due rate previste (una per ogni anno).

Lascio a voi il confronto tra il prezzo di listino del prodotto e il valore dell'incentivo!

Fascia A
es.: Lampedusa
Fascia B
es.: Reggio C.
Fascia C
es.: Sassari
Fascia D
es.: Livorno
Fascia E
es.: Pordenone
Fascia F
es.: Belluno
€ 469€ 665€ 860€ 1.095€ 1.330€ 1.408
Incentivi per fascia climatica nei 2 anni - Ecofire Scricciola - Prezzo di listino € 1.380 + iva (listino prezzi 2013)

Fascia A
es.: P. Empedocle
Fascia B
es.: Trapani
Fascia C
es.: Napoli
Fascia D
es.: Roma
Fascia E
es.: Bologna
Fascia F
es.: Saint Vincent
€ 600€ 851€ 1.101€ 1.401€ 1.701€ 1.801
Incentivi per fascia climatica nei 2 anni - Ecofire Rossella - Prezzo di listino € 2.330 + iva (listino prezzi 2013)

Fascia A
es.: Lampedusa
Fascia B
es.: Agrigento
Fascia C
es.: Imperia
Fascia D
es.: Ancona
Fascia E
es.: Bolzano
Fascia F
es.: Cuneo
€ 1.420€ 2.011€ 2.603€ 3.313€ 4.023€ 4.259
Incentivi per fascia climatica nei 2 anni - Caldaia a pellet CT24 - Prezzo di listino € 4.400 + iva (listino prezzi 2013)

Fascia A
es.: P. Empedocle
Fascia B
es.: Palermo
Fascia C
es.: Bari
Fascia D
es.: Teramo
Fascia E
es.: Milano
Fascia F
es.: Cortina
€ 2.074€ 2.938€ 3.802€ 4.838€ 5.875€ 6.221
Incentivi per fascia climatica nei 2 anni - Caldaia a pellet CT Pro 35 - Prezzo di listino € 6.400 + iva (listino prezzi 2013)

Leggi anche gli altri articoli sullo stesso argomento: Conto Termico | Il portale per richiedere il contributo sarà online entro fine maggio Conto Termico | Le regole applicative definitive per accedere agli incentivi Grazie al Conto Termico risparmi fino all'80% in due anni! Conto Termico | Quali sono i prodotti incentivabili? Cos’è il GSE?   link
111 Commenti:
Francesco
18-gennaio-2013
Per prima cosa volevo chiedervi quando si tratta di caldaia a biomassa e quando di stufa a pellet. Poi nel fare il calcolo dell’incentivo della scricciola, per esempio, da dove si estrapolano i dati?
PoSyS
18-gennaio-2013
Le differenze sono sostanziali e strutturali; innanzi tutto una caldaia a pellet deve essere certificata secondo una normativa completamente diversa rispetto a quelle previste per una stufa a pellet. Oltre a ciò, gli utilizzi sono differenti: la caldaia non è normalmente un prodotto da salotto, non ha un vetro panoramico da cui poter vedere la fiamma, e non scalda per irraggiamento. I dati da utilizzare nella formula sono - la potenza nominale della stufa, nel caso della Scricciola 7 kW; questo dato lo trovi nei nostri cataloghi o nel sito - Il coefficiente Ce lo calcoliamo in base ai dati evidenziati dall’ente certificatore che ha certificato la stufa; non sono dati che si trovano sui cataloghi, anche perché è necessario effettuare alcuni calcoli non proprio agevoli per convertire i valori alle giuste unità di misura. In ogni caso stiamo predispondendo un elenco di tutti i prodotti Palazzetti che possono accedere all’incentivo, con i relativi importi incentivati per ogni fascia climatica - le altre due varibili sono già spiegate: il valore Ci è indicato nell’articolo, per la zona climatica, provvedo ad aggiornare l’articolo con la tabella relativa.
Mario
21-gennaio-2013
Ma perchè la Scricciola ha un incentivo di 1.330€ per la provincia di Pordenone? Se faccio i calcoli ottengo 3,35xln(7)x1700x0,04=443,28€, considerando un coefficiente premiante anche del 1,5 (il massimo) mi risulta 664,91 cioè esattamente la metà. Dove sbaglio i calcoli?
PoSyS
21-gennaio-2013
I tuoi calcoli sono corretti, ma se leggi bene, le tabelle si riferiscono all'incentivo TOTALE erogato dal GSE nei 2 anni, ovvero euro 664,91 x 2 = 1329,80 ;-)
Mario
29-gennaio-2013
Come faccio a conoscere per i vari prodotti il rendimento termico utile e le soglie del particolato?
PoSyS
01-febbraio-2013
non abbiamo ancora pubblicato l'elenco completo dei prodotti, nel frattempo puoi chiedere qui: fammi sapere a quale prodotto sei interessato
Mario
21-gennaio-2013
Adesso ho capito, l'incentivo è annuo.
marco
19-gennaio-2013
Sarei intenzionata ad acquistare una caldaia ct 24; purtroppo però, se ho ben capito, avendo una vecchia caldaia a metano non posso usufruire dell'incentivo gse ma solo delle detrazioni irpef, è corretto ?
PoSyS
21-gennaio-2013
Si, è corretto: la caldaia CT24 rientra tra i prodotti incentivabili dal Conto Termico; ma le caldaie a metano non sono prese in considerazione dal Conto Termico, quindi la detrazione irpef del 50% è l'unica strada percorribile.
Michele
21-gennaio-2013
Due domande forse stupide: a quanto ammonta l'iva (10% o 21%)? Ma veramente io che abito in fascia E mi ritrovo a pagare la stufa a pellet poche centinaia di euro?!? Grazie
PoSyS
21-gennaio-2013
l'IVA non dipende dal Conto Termico, bensì dal tipo di intervento che ti appresti a fare. Essendo in fascia E il coefficiente da inserire nella formula è alto. Oltre a questo, se il prodotto che acquisti ha emissioni di polveri molto basse, anche il coefficiente premiante Ce sarà elevato, e di conseguenza anche il tuo incentivo. Quest'ultimo valore è fondamentale, in quanto un prodotto con emissioni molto basse ti consente di avere un incentivo superiore del 50% rispetto ad altri prodotti. Quindi: se alla fascia climatica in cui vivi aggiungi un ottimo prodotto, con basse emissioni, potresti pagare l'apparecchio veramente poco!
Lisa
21-gennaio-2013
Salve,sono interessata all'acquisto di una stufa pellet -aria- ermetica, che vorrei installare in camera da letto. Ci sono modelli che rientrano negli incentivi, tenendo presente che vivo in zona climatica E, area non metanizzata? Grazie e saluti
PoSyS
22-gennaio-2013
Tutte le stufe a pellet ermetiche Palazzetti rientrano tranquillamente negli incentivi, anzi, hanno emissioni di polveri talmente basse da ottenere il coefficiente premiante più alto, e quindi anche l'incentivo più elevato possibile! Il fatto che vivi in un'area non metanizzata ti garantisce poi l'accesso al Conto Termico: scegli quindi la stufa ermetica Palazzetti che più ti piace e che meglio si adatta alle tue esigenze!
MARCO P.
19-febbraio-2013
per le aree non metanizzate, l'accesso al conto termico è possibile solo se si è un'azienda agro-forestale oppure anche al soggetto privato che non potendo usufruire del metano di rete possiede una caldaia a gpl e desidera sostituirla con una caldaia a biomassa palazzetti? grazie per la disponibilità
PoSyS
19-febbraio-2013
Il problema è comunque legato al fatto che la sostituzione di impianti GPL non è prevista dal Conto Termico
Antonio
22-gennaio-2013
Buonasera, Sto ristrutturando casa. Vorrei sostituire la caldaia a gas metano e realizzare un impianto con stufa idro o termocamino, con una caldaia a condensazione in supporto ed un impianto per solare termico abbinato ad un puffer, il tutto per avere ACS e riscaldamento su pannelli radianti a pavimento. Sapreste indicarmi cosa posso portare nel conto termico e nelle detrazioni fiscali? Ovviamente, per ciò che posso preferisco portare in conto termico. Mi trovo in zona climatica E. Grazie.
PoSyS
23-gennaio-2013
Purtroppo non puoi usufruire del Conto Termico, in quanto la caldaia a metano che intendi sostituire non rientra tra le sostituzioni incentivate. Dovrai quindi optare per la detrazione 50% oppure (ma qui hai per forza bisogno del parere di un tecnico che faccia le opportune verifiche con tutti i dettagli del progetto e che ne confermi la detraibilità) della detrazione del 55%. Ovviamente, data la natura del nostro blog, il tutto è riferito agli apparecchi a biomassa.
Giulia dal Mas
23-gennaio-2013
Salve, volevo sapere se si può accedere al conto termico solo se si sostituisce una caldaia già esistente con un'altra, oppure se posso usufruirne anche semplicemente per l'acquisto di una stufa a pellet da installare nella zona giorno. Vi ringrazio, saluti
PoSyS
23-gennaio-2013
Deve esserci una sostituzione, come spiegato in questo articolo. Puoi comunque usufruire delle detrazioni Irpef del 50%!
Michele
23-gennaio-2013
Salve, non riesco a calcolare l'incentivo per una stufa Marta idro ermetica da 10 kW in fascia E... potresti dirmi il risultato o i valori dei coefficienti e la base del log? Grazie
PoSyS
23-gennaio-2013
Ciao Michele, si tratta di un log(n), e il Ce per la Marta è il più alto possibile, ovvero 1,5. Per la tua fascia l'incentivo totale nei due anni è pari a euro 1.521
Michele
23-gennaio-2013
Ti ringrazio per la risposta celere! Se non sbaglio dovrebbe aggirarsi sui 2600 euro di base,giusto? Devo aggiungere l'iva (21% ?) , il montaggio e la prima accensione? Quanto possono costare questi ultimi due indicativamente? Scusami per le molte domande ma non sono riuscito a reperire queste informazioni in rete...
Michele
24-gennaio-2013
Dimenticavo...per abbinarla alla caldaia a gas devo avere uno dei kit appositi o posso semplicemente "sincronizzare" i termostati della stufa e della caldaia? Questi kit (e un'eventuale modifica della canna fumaria)possono essere soggetti alla detrazione del 50% se per la stufa sfrutto il Conto Termico?
MarcoP
26-gennaio-2013
Rispondo per punti: 1-installazione, scelta del kit, modalità di interfacciamento con i termostati e costi dipendono tantissimo dalla configurazione del tuo impianto di riscaldamento, ti consiglio di richiedere un sopralluogo attraverso la form del sito per avere la proposta più giusta per te 2-non è possibile cumulare il 50% con il Conto Termico vale la pena quindi fare bene i calcoli per vedere cosa conviene di più (te li fa il consulente che viene a casa tua se chiedi il sopralluogo!). Se la canna fumaria la fai passare per manutenzione straordinaria puoi fare il 50% e attivare il Conto Termico per la caldaia in sostituzione del vecchio apparecchio subito dopo.
mauro
25-gennaio-2013
quanto mi verrebbe a costare una termo stufa a pellet,volendo io cambiare il mio vecchio impianto.mi deve riscaldare 120 mq di casa...abito nella provincia di benevento.non so bene come funzionano questi incentivi..grazie
PoSyS
28-gennaio-2013
La domanda è un po' troppo generica, non è possibile dare una risposta precisa. In linea di massima il Conto Termico finanzia la sostituzione di vecchi impianti con nuovi impianti basati su generatori a biomassa, quali ad esempio stufe o caldaie a pellet. Il finanziamento in alcuni casi può superare l'80% del costo del prodotto! Trovi tutti i dettagli negli altri articoli che abbiamo già pubblicato: qui puoi leggere cos'è il Conto Termico e quali sono gli interventi incentivabili, qui puoi vedere quali sono i prodotti ammissibili. Se vuoi, puoi anche richiederci un sopralluogo gratuito cliccando QUI: riceverai la visita di un nostro incaricato che studierà insieme a te la soluzione migliore!
Francesco
29-gennaio-2013
Buongiorno, qualcuno saprebbe dirmi dove si trova, all'interno del sito GSE, la scheda/domanda da compilare per avere l'incentivo?
PoSyS
29-gennaio-2013
Ciao Francesco, la "scheda-domanda" non è ancora stata messa online dal GSE. Secondo il decreto il GSE ha 60 giorni di tempo per predisporre i moduli online necessari alla compilazioone della domanda. Tu invece hai 60 giorni di tempo per presentare la domanda. In ogni caso, dunque, rientri perfettamente nei tempi. Ancora un po' di pazienza e il GSE metterà a disposizione tutta la modulistica necessaria!
tony58
29-gennaio-2013
vorrei sapere se per una stufa a pellett l'iva e' del 21 o 10 %.alcuni conoscenti hanno preso una stufa a pellett e il venditore gli ha fatto l'iva al 10 % senza che il cliente avesse l'agevolazione.e' possibile?
PoSyS
01-febbraio-2013
Ancora una volta, ricordo che le questioni legate all'IVA applicata nulla hanno a che fare con il Conto Termico (o con le detrazioni fiscali), ma sono legate esclusivamente al tipo di intervento che ci si appresta a realizzare (ovvero acquisto per ristrutturazione o meno)
Fabio
30-gennaio-2013
Il multifire aria porta tonda con rivestimento abbinato rientra tra i prodotti incentivabili dal conto termico?grazie
PoSyS
01-febbraio-2013
Purtroppo il multifire non rientra tra i prodotti incentivabili
Elisa
01-febbraio-2013
Buon giorno, dovrei acquistare una caldaia a pellet CT 24 ACS..."rottamando" una vecchia stufa economica a legna (la usava mia nonna per cucinare e riscaldare la cucina) posso usufruire del contributo CONTO TERMICO? e dove si trovano le informazioni sulle procedure? rottamazione..domande..richieste di iscrizioni al registro..documenti da allegare? sul sito GSE non ho trovato nulla. GRAZIE
PoSyS
01-febbraio-2013
Si, secondo quanto hai indicato puoi usufruire del conto termico. La CT 24 ti garantisce un incentivo nei due anni, a seconda della fascia climatica, pari a euro 1.420 (fascia A), 2.011 (fascia B), 2.603 (fascia C), 3.313 (fascia D), 4.023 (fascia E) oppure 4.259 (fascia F). Tutte le informazioni aggiornate e le risposte alle tue domande sono presenti qui, nel nostro blog, basta leggere gli ultimi articoli pubblicati oltre a questo e i relativi commenti. Se hai qualche altro dubbio che ancora non abbiamo affrontato, siamo qui. Nei prossimi giorni pubblichermo l'elenco completo di tutta la documentazione che è necessario preparare (e conservare!)
MARCO P.
19-febbraio-2013
il dubbio più grande riguarda cosa si intende per sostituzione di impianto di climatizzazione invernale. basta una semplice rottamazione di una stufa o un termocamino vecchio, oppure la nuova caldaia della palazzetti che acquistiamo deve divenire a tutti gli effetti la primaria fonte di riscaldamento? in questo caso tenere in casa un impianto (a gas, gasolio o gpl che sia) che in aggiunta alla nostra caldaia palazzetti contribuisce fortemente al riscaldamento degli ambienti non può pregiudicare l'incentivo in caso di ispezione da parte del G.S.E.? grazie per la risposta!
PoSyS
19-febbraio-2013
In questo caso non c'è alcun dubbio. Il Decreto parla di sostituzione di impiango di climatizzazione invernale, inteso come apparecchio a biomassa, a gasolio, a carbone o a olio combustibile; il fatto che venga richiesta la documentazione relativa allo smaltimento, conferma che ciò che viene incentivato è la sostituzione dell'apparecchio. Se poi la configurazioone prevede che siano presenti contemporaneamente più fondi di climatizzazione invernale, questo è un discorso che esula dal conto termico
Monica
19-febbraio-2013
Voglio sapere solo qual'é l'importo massimo in restituzione per una stufa o camino a pellet da 24 Kw. Se si acquista la caldaia la formula da applicare é diversa e così anche l'importo sempre per 24 Kw?
PoSyS
20-febbraio-2013
Buongiorno Monica, nell'articolo ci sono già le risposte alle tue domande: le formule sono distinte a seconda del tipo di prodotto che si acquista. Come puoi leggere, la potenza nominale della stufa non è un dato sufficiente per calcolare l'importo dell'incentivo.
Maurizio
01-febbraio-2013
Ho letto che le caldaie a biomassa sono incentivabili solo nei fabbricati rurali esistenti altrimenti solo pompe di calore. E' sbagliata questa interpretazione? Grazie
PoSyS
01-febbraio-2013
Si, è sbagliata. Come specificato in questo articolo, gli interventi contemplati dall'art. 4 comma 2 lettera b) riguardano la sostituzione, con generatori di calore alimentati da biomassa, di generatori di calore a biomassa, a carbone, a olio combustibile o a gasolio: •per la climatizzazione invernale, •per il riscaldamento delle serre esistenti, •per il riscaldamento dei fabbricati rurali esistenti. Sono tre tipologie di intervento ben distinte
Francesco
06-febbraio-2013
Il 16 ottobre 2012 ho acquistato una stufa a pellet ecofire Martina 15KW ed ho eliminato la mia vecchia caldaia a GPL. Ho fatto tutta la pratica per la detrazione fiscale del 50% in dieci anni. La stufa è entrata in funzione il 5 dicembre 2012. Ora per puro caso sto leggendo di questo nuovo Conto Termico, Vi chiedo: Io posso usufruirne? Grazie P.S. Sicccome non sono molto pratico di internet e non so come dovrò fare per leggere la Vs. risposta, potete rispondermi con una e-mail al mio indirizzo di posta elettronica.
Andrea
08-febbraio-2013
Buongiorno, e complimenti per la professionalità con cui risponde. Ho ristrutturato casa circa 5 anni fa, ho installato una caldaia a condensazione GPL. La mia è un'area dove il metano non arriva. Il conto termico vale anche per me? Inoltre, ho soffitti molto alti, circa 3,30 m per una superficie di circa 100 mq. Sarei interessato ad una termostufa. Quale prodotto mi consiglia? Grazie
PoSyS
13-febbraio-2013
Il conto termico non prende in considerazione impianti a GPL; resta dunque possibile un'unica strada, ovvero quella delle detrazioni fiscali 50%. Per tutto il resto, mi sentirei di consigliare la prenotazione di un sopralluogo gratuito: è completamente senza impegno, e ti permette di valutare la miglior soluzione possibile con un esperto Palazzetti. Per richiedere il sopralluogo basta cliccare qui
Andrea
20-febbraio-2013
Grazie della risposta, ne avrei un'altra: in casa, oltre che all'impianto GPL, abbiamo anche una vecchia stufa a legna. Questa naturalmente non può essere considerata la fonte termica primaria dell'abitazione. Potremmo rottamare quella? ed avere diritto al rimborso in due anni? Grazie
PoSyS
21-febbraio-2013
Si, il Conto Termico non pone questo genere restrizione: puoi rottamare la vecchia stufa a legna, sostituirla con un apparecchio a biomassa (pellet o legna) e ottenere l'incentivo!
Oscar
09-febbraio-2013
Salve vorrei sostituire la mia vecchia stufa a pellet con la nuova stufa GINEVRA NEW IDRO abitando ad Amatrice provincia di Rieti la tabella sulla zona climatica dice che Amatrice viene messa in fascia climatica F questo significa che gli incentivi che potrei ricevere da questo cambio di stufa sono il massimo possibile? scusate ma non sono molto pratico, grazie per una vostra eventuale risposta
PoSyS
13-febbraio-2013
E' corretto, abitando in zona F il coefficiente relativo alla zona climatica è il più alto possibile. La Ginevra rientra inoltre tra i prodotti incentivabili dal Conto Termico!
Nicola Frizzarin
14-febbraio-2013
Salve,vorrei sostituire la mia vecchia stufa a pellet con un inserto a pellet. Rientra nell'incentivo conto termico?abitando in zona E in provincia di Padova,con l'inserto ivato a 3400 euro a quanto ammonterebbe l'incentivo?grazie.
PoSyS
18-febbraio-2013
L'intervento rientra tra quelli incentivabili. Come specificato nell'articolo, per il calcolo dell'incentivo è necessario conoscere esattamente le caratteristiche del prodotto che intendi acquistare: il suo prezzo non è un dato utile al calcolo.
Luca
17-febbraio-2013
Salve, Vorrei cambiare la mia vecchia caldaia a gasolio con una a biomassa o a pellet per riscaldare i termosifoni, inoltre vorrei anche mettere una stufa a pellet, mi trovo in centro Sicilia, non so se sono zona a oppure b. Inoltre mio padre deve cambiare un termocamino ed abita in campagna, una zona non servita dal gas metano, vorrei sapere che zona siamo: a o b? Che incentivo potrei avere io per una caldaia tipo 28kw? Mio padre, che incentivo avrà visto che la zona non è metanizzata? Cordiali saluti Luca
PoSyS
25-febbraio-2013
non è possibile dirti in quale zona climatica sei senza sapere esattamente il comune di residenza. Puoi comunuque verificare da solo: nell'articolo ho inserito un link da cui scaricare l'elenco di tutti i comuni italiani con relativa fascia climatica di appartenenza. La sostituzione di una caldaia a gasolio è incentivata dal Conto Termico. Per il calcolo dell'incentivo non è sufficiente sapere la potenza della caldaia: è necessario anche sapere il valore di Ce associato, ovvero quanto basse sono le emissioni di polveri. ATTENZIONE: la caldaia deve essere certificata in Classe 5, e la certificazione deve essere fatta da un ente terzo, altrimenti il prodotto non può accedere all'incentivo!
Monica
20-febbraio-2013
per il calcolo dell'incentivo faccio così(zona D): Iatot=3.35 x Logn (24(kw))x1400(hr)x 0.040(ci) x 1.5(ce)...questo per stufe e camini Iatot= 24(pn)x1400(hr)x1.5(ce)x 0.045(ci).....questo per le caldaie Se così fosse l'unica variabile é la potenza nominale espressa in KW giusto
PoSyS
20-febbraio-2013
Non proprio. Tu stai dando per scontato che tutti gli apparecchi abbiano un coefficiente premiante (Ce) pari a 1,5, ovvero che tutti gli apparecchi abbiano emissioni di polveri al minimo di quanto previsto dalla normativa. In realtà NON è così: come ho spiegato in questo articolo, il coefficiente Ce determina fino al 50% del valore dell'importo, e NON tutti i prodotti sono così tecnologicamente avanzati da garantire valori molto bassi di emissioni di polveri, e quindi il massimo valore Ce possibile. La realtà è che purtroppo sul mercato ci sono anche prodotti meno performanti, per i quali il coefficiente Ce è pari a 1 o 1,2. Attenzione, quindi, all'apparecchio che scegli, e soprattutto pretendi sempre di vedere la certificazione del valore di emissione di polveri: solo così puoi conoscere quale sia il coefficiente premiante per quel prodotto. Oltre a ciò tale certificazione è uno dei documenti richiesti per accedere all'incentivo, quindi il rivenditore deve essere per forza in grado di fartelo avere.
lorenzo
21-febbraio-2013
salve, vorrei sostituire un camino a legna più un termocamino a legna con una stufa a pellet modello ermione 26Kw; volevo sapere se rientrano nel contributo conto energia termico, e eventualmente in che fascia rientra campobasso (molise). Grazie
PoSyS
21-febbraio-2013
La stufa a pellet Ermione rientra perfettamente nel conto termico; il comune di Campobasso è in fascia climatica E, quindi in questo caso l'incentivo totale è pari a 1.796 euro.
Francesco
21-febbraio-2013
Facendo il calcolo dell'incentivo sulla scricciola c'è qualcosa che non mi quadra. Come mai mi esce 1547,7? Sicuramente salto qualcosa, aiuto!!! 3,35x7x1100x0,04x1,5=1547,70
PoSyS
25-febbraio-2013
l'errore è che non devi inserire la potenza nominale, bensì il logaritmo naturale della potenza nominale. Quindi Incentivo annuale = 3,35 x 1,94591 x 1100 x 0,04 x 1,5 = euro 430,24 Ovvero un incentivo complessivo di euro 860,48 per la fascia climatica in cui risiedi.
Marco
23-febbraio-2013
Se ho capito bene,una idro stufa EN 14785:2006 di 34 kw a Treviso e con Ce=1.5, faccio 3.35x34x1700x0.040x1.5=11617.80 € Mi sembra incentivo troppo alto?
PoSyS
25-febbraio-2013
Con una potenza di 34 kW, probabilmente ti stai riferendo ad una caldaia a biomassa e non ad una stufa, quindi la formula è diversa. In ogni caso, nella formula non devi inserire la potenza, ma il logaritmo naturale della potenza
Marco
25-febbraio-2013
Grazie per la risposta,solo per capire,quanto sarebbe logaritmo naturale della potenza 24 kw o 34 kw,parliamo a idro stufe,no a caldaie. Cordiali saluti
PoSyS
25-febbraio-2013
La calcolatrice di Windows oppure Excel in questo caso sono di aiuto, comunque per tua praticità ecco qui: ln(24)= 3,178054 ln(34)= 3,526361 ;-)
Marco
26-febbraio-2013
Grazie mille:)
GIANNA
27-febbraio-2013
ma io che ho acquistato ed installato la stufa rossella 12 kw nel dicembre 2012, non ho piu diritto all'incentivo vero?
PoSyS
27-febbraio-2013
Dipende, se i lavori sono terminati dopo il 03.01.2013 e le fatture e i bonifici di pagamento sono stati anch'essi effettuati dopo tale data, allora puoi accedere all'incentivo.
federico
04-marzo-2013
Vorrei installare una stufa a pellet in sostituzione della caldaia a metano, posso usufruire del nuovo conto termico ?
PoSyS
15-marzo-2013
L'abbiamo già ribadito tante volte, purtroppo non è possibile. La sostituzione di caldaie a metano NON è incentivabile
Stefano
05-marzo-2013
La domanda: posso accedere ai vantaggi del Conto Termico? I desiderata: sostituire almeno due degli attuali camini aperti con inserti a legna, ovviamente con modelli che rientrino tra gli incentivabili I dati: seconda casa (quindi non sono residente) in zona climatica F, presenza di tre camini aperti, impianto riscaldamento attuale radiatori a gas Robur Supercromo (che però non vorrei eliminare del tutto). Grazie Stefano
PoSyS
15-marzo-2013
Puoi accedere agli incentivi nel momento in cui l'intervento va a sostituire un caminetto aperto con un nuovo generatore di calorea biomassa (stufa a legna, inserto a pellet, stufa a pellet). Per ognuno dei tre generatori di calore a biomassa che hai a disposizione (i tuoi tre camini aperti) puoi richiedere l'incentivo. Puoi effettuare più interventi separati oppure compilare la scheda domanda come multi-intervento.
marco wind
10-marzo-2013
Salve, Parlando con alcuni installatori a cui mi sono rivolto per dei preventivi in merito all'installazione di una caldaia a pellet per accedere al conto termico mi hanno posto dei limiti che giro a voi prima di procedere all'acquisto di eventuale caldaia CT24. 1) mi dicono che se tolgo una stufa a legna da appartamento se acquisto una caldaia non ho diritto al conto termico ovvero prodotto da abitazione da sostituire con prodotto da abitazione OPPURE VECCHIA CALDAIA da sostituire con NUOVA CALDAIA. E' VERO? 2) INOLTRE MI FRENA IL FATTO CHE SE INSTALLO UNA CALDAIA A PELLET DEVO PREVEDERE UN PUFFER DI ACCUMULO PROPORZIONATO ALLA POTENZA DEL PRODOTTO... è VERO? SU questo avrei dei problemi di spazio.... quanto deve essere grande se sono costretto a metterlo? RINGRAZIO PER LA CORTESIA E RIMANGO IN ATTESA MARCO
PoSyS
15-marzo-2013
1) è FALSO. Il conto termico non pone questi limiti, un generatore a biomassa può essere sostituito con un altro generatore a biomassa. 2) Dipende dalla soluzione che intendi adottare e dal tipo di impianto. Per dare una risposta corretta sarebbe opportuno un sopralluogo. Tieni presente che, se lo desideri, per gli interventi relativi al Conto Termico è disponibile il servizio di sopralluogo GRATUITO di Palazzetti, che puoi prenotare cliccando QUI.
Marco
11-marzo-2013
I termocamini rientrano nel conto termico? Se si, quali?
PoSyS
15-marzo-2013
I termocamini con determinate caratteristiche, rientrano nel conto termico. Purtroppo attualmente non abbiamo a listino termocamini che rispettino i requisiti richiesti dal Conto Termico: ci stiamo comunque lavorando e a breve saremo pronti!
Paolo
12-marzo-2013
Salve, ho intenzione di acquistare una stufa Martina Idro 13kw e risiedo a Roccapiemonte (Sa). A quanto ammonta l'incentivo con il conto termico? E poi come faccio a presentare la domanda?
PoSyS
15-marzo-2013
Roccapiemonte è in fascia C, quindi l'importo totale dell'incentivo è pari a euro 1.151. Per tutte le informazioni sul Conto Termico puoi leggere gli articoli che abbiamo pubblicato qui nel blog con il tag Conto-Termico: c'è tutto quello che ti serve per essere aggiornato sulle modalità di accesso all'incentivo.
Rita
18-marzo-2013
Buongiorno, sono nteressata all'acquisto di una caldaia a pellet CT PRO 28 (che sostituirebbe una vecchia stufa) e vorrei, se possibile, usufruire delle detrazioni previste per il conto termico. Può indicarmi l'importo che mi sarebbe rimborsato? La casa è in fascia climatica D. Cordiali saluti
PoSyS
18-marzo-2013
La CT PRO 28, installata in fascia climatica D, consente di ottenre un contributo pari e euro 3.780
marco wind
19-marzo-2013
Salve, pertanto posso togliere la mia vecchia stufa a legna non idro(da appartamento) e accedere al conto termico installando una caldaia da locale caldaia CT 24 per tutta la casa? I rivenditori mi dicono tutti di no perchè non è idro la stufa a legna.... Rimango in attesa di chiarimento e grazie di tutto
PoSyS
19-marzo-2013
Il Conto Termico non fa distinzioni tra stufa idro o stufa ad aria, ma dice semplicemente che è possibile sostituire un generatore di calore a biomassa con un altro generatore di calore a biomassa. L'intervento è quindi incentivabile con il Conto Termico, fermo naturalmente restando il rispetto degli altri requisiti che il conto termico richiede.
agostino guarino
29-marzo-2013
buongiorno,sono intenzionato ad acquistare una vs caldaia a pelletts precisamente la ctpro 35 :per poter usufruire del conto termico mi servirebbe la scheda tecnica potete inviarmela ; inoltre quanto e' il Ce e della ctpro35 e che documento lo certifica?grazie cordiali saluti agostino guarino ps:e' stata rilasciata la documentazione per presentare domanda di incentivo conto termico?
PoSyS
02-aprile-2013
La caldaia a pellet CT Pro 35 rientra tra i prodotti incentivabili con il Conto Termico, il suo Ce è pari a 1,2, e puoi trovare tutte le informazioni tecniche e i documenti che la certificano direttamente nel nostro sito, a questo link. Abbiamo parlato QUI delle ultime novità relativamente alla scheda domanda
vito
24-aprile-2013
possiedo un Ecomonoblocco 66 cx ventilato- Frontale - visto che il camino è posizionato in prossimita della caldaia a gas metano vorrei sostituirlo con un prodotto simile ma con il collegamento ai termosifoni posso usufruire dgli incentivi? se si quanto mi costa? resto in attesa
PoSyS
26-aprile-2013
Definire un costo per un intervento di questo genere è praticamente impossibile con le poche informazioni a disposizione. Sarebbe opportuno che tu richiedessi un sopralluogo di un nostro incaricato, è gratuito e senza impegno, basta compilare il form che trovi qui. Per quanto riguarda l'accesso agli intentivi garantiti dal Conto Termico, ti confermo che la sostituzione di un ecomonoblocco con un nuovo generatore di calore alimentato a biomassa è un intervento ammissibile.
alessia
20-maggio-2013
Vorrei sapere se nell'incentivo sono comprese anche le spese di manodopera e smaltimento del vecchio generatore o se quelle sono da calcolare a parte. L'incentivo si riferisce al solo acquisto del generatore?
PoSyS
21-maggio-2013
La formula per il calcolo dell'incentivo è calcolata utilizzando come variabili la fascia climatica, la potenza del generatore e un coefficiente premiante che è più elevato quanto sono più basse le emissioni di polveri in atmosfera. L'importo è però dimensionato pensando al fatto che, oltre all'acquisto del prodotto, sono quasi sempre necessarie spese accessorie relative alla canna fumaria o, come nel tuo caso, allo smaltimento del vecchio generatore. Ecco perché il GSE richiede che la documentazione fiscale comprenda tutte le fattura e le copie contabili dei bonifici relativi all'intervento nella sua interezza, e non solo quelle relative all'acquisto del nuovo apparecchio.
Daniele
22-maggio-2013
Buongiorno, volevo sapere se esiste una termostufa a pellet che possa considerarsi come caldaia a biomassa. Immagino ci sia qualche parametro che le contraddistingua. Da quanto vedo gli incentivi sono molto maggiori nel caso delle caldiaie. Grazie
Antoni0
20-giugno-2013
Salve, vorrei sostituire il termocamino collegato ai termosifoni con una vostra stufa pellet idro 18-21 Kw. Posso usufruire degli incentivi e se si devo richiedere un appuntamento con un vostro consulente? In attesa saluti Antonio
PoSyS
24-giugno-2013
Certamente, la tipologia di intervento è tra quelle incentivabili dal Conto Termico. La richiesta di sopralluogo non è obbligatoria, ma ovviamente semplifica di molto le cose e ti consente di ottenere tutte le informazioni preliminari per essere certo di procedere correttamente. Tieni presente, infatti, che il Conto Termico ti consente, potenzialmente, di recuperare anche l'80% del costo del prodotto, ma per contro richiede una certa precisione negli adempimenti. Ecco perché è sempre consigliabile richiedere una consulenza di un esperto, tanto più se è gratuita e senza impegno come nel caso di Palazzetti :-)
Antoni0
03-luglio-2013
O.K. per la consulenza di un esperto, sarebbe fattibile che un vostro consulente mi contattasse al mio indirizzo e-mail in modo da lasciare il mio numero di telefono ed indirizzo.
PoSyS
08-luglio-2013
Certo che si, è attivo un servizio proprio per questo genere di esigenze. Basta compilare il form che trovi qui
ivan
24-giugno-2013
Buongiorno, abito in una casa indipendente che ha una caldaia a metano collegata a termosifoni e acs. Ora la caldaia è scollegata dall'impianto di riscaldamento e produce solo acs. Per il riscaldamento sto usando una termostufa a legna collegata ai termo con vaso aperto. Vorrei sostituire la termostufa con una analoga a pellet. Posso rientrare nel conto termico, se mantengo la caldaia a metano collegandola in parallelo all' impianto? e se la uso solo per produzione acs? grazie per il vostro impegno
PoSyS
01-luglio-2013
Si, la tipologia di intervento che intendi fare è finanziata dal Conto Termico: in effetti quello che intendi fare è sostituire un generatore di calore alimentato a biomassa con un nuovo generatore di calore alimentato a biomassa.
roberto
26-giugno-2013
Buonasera, nei prossimi giorni devo acquistare un termocamino della gamma ecomonoblocco 78 easy line, di quale incentivo posso usufruire e cosa devo fare per accedervi ? Basta il documento di acquisto da portare al caf ? Grazie
PoSyS
01-luglio-2013
l'ecomonoblocco 78 easy line non rientra tra i prodotti incenvibabili con il Conto Termico; puoi però usufruire della detrazione IRPEF del 50%. Per maggiori informazioni puoi leggere QUI e QUI
Tony
07-agosto-2013
attualmente il mio appartamento è collegato con la CALDAIA A LEGNA di mio suocero che abita nell'appartamento sotto e per una questione di autonomia sto acquistando una idro ermione da 26 KW scaturita dai calcoli del mio rivenditore visto le dimensioni del'appartamento totalmente coibentato ma con la presenza di fan coil. Chiedo essendo che mi scolleghero da detta caldaia che rimarrà per l'appartamento sottostante (quindi nin verrà smaltito) avrò diritto a detti incentivi dal Conto Termico. Grazie
PoSyS
07-agosto-2013
Il Conto Termico prevede che vi sia un intervento di sostituzione di vecchi generatori, salvo casi particolari (aziende agricole). Non puoi quindi accedere agli incentivi se non rottami la vecchia caldaia. Puoi però usufruire delle detrazioni IRPEF del 50% se concludi i lavori entro il 31.12.2013
Tony
07-agosto-2013
ti ringrazio per detta delucidazione, ma qualora smaltisca una mia vecchia stufa di ghisa sempre a legna che avevo installato prima di collegarmi con mio suocero, accederi a detto incentivo.
PoSyS
07-agosto-2013
No, non potresti accedere agli incentivi nemmeno in questo caso: la tua vecchia stufa dovrebbe essere operativa e collegata al tuo impianto (il GSE richiede copiose prove fotografiche della situazione prima dell'intervento), e da quanto hai scritto questo non è il tuo caso.
Bruno Naretto
08-settembre-2013
Buongiorno, sono in attesa di essere contattato da un vostro consulente ,in quanto ho fatto richiesta qualche giorno fa, ma ne approfitterei per sapere se tra i vostri prodotti c'è una termostufa a pellets di potenza 12/14kw che rientri nel conto termico. saluti e grazie
PoSyS
11-settembre-2013
Per quanto riguarda i 12 kW c'è più di qualche prodotto con quella potenza il cui acquisto è incentivabile con il Conto Termico. Te ne indico alcuni: Ecofire Cristina 12 kW, Ecofire Carlotta 12 kW, Ecofire Carla 12 kW, Ecofire Anita 12 kW Tutti, naturalmente, hanno Ce pari a 1,5 e quindi possono beneficiare dell'importo massimo erogabile dal GSE, ovvero euro 1.800 circa. Oltre i 12 kW invece bisogna andare sui prodotti idro.
cristina zivardi
25-settembre-2013
Vorrei acquistare un inserto a pellet per camino già esistente, ma mai utilizzato. E' un La Nordica Extraflame, modello Comfort P70H49;kW-M 3.2-8.0;kW-N 2.9-7.1; m cubi 205; %90; capienza kg.10; kg/h 0.7-1.7; Ø mm. 80; Dim. L-H-P 695x488x514; kg. 120. Potrò avere gli incentivi? In due anni? Quanto? Abito in provincia di Milano su.Ringrazio per la risposta.
PoSyS
26-settembre-2013
Certo, puoi sostituire il tuo inserto con un nuovo generatore a biomassa. Leggi l'articolo, ho già spiegato quali sono i valori che determinano l'importo dell'incentivo
Cristina Zivardi
26-settembre-2013
FOrse non mi sono spiegata bene, il caminetto funziona a legna ma sono anni che non lo usiamo piu, e' aperto e noi vorremmo inserire all'interno un inserto a pellet. Rientra nel conto termico? Deve avere Potenza particolare? Grazie
PoSyS
26-settembre-2013
Ti sei spiegata benissimo, e ti confermo ancora che l'intervento rientra nel conto termico. La potenza non deve essere superiore al 10% in più rispetto alla potenza del vecchio generatore (nel tuo caso del vecchio caminetto)
Lorenzo
14-ottobre-2013
Se la stufa a pellet è di 7 kw, nel Pn metto 7, e log n? Faccio log n di 7? Oppure log di 7 x 7 che è il Pn?
PoSyS
15-ottobre-2013
log n è il logaritmo naturale, quindi devi calcolare il logn(7).
rosanna
12-novembre-2013
Buonasera, sto per acquistare una stufa a pellet per mia madre, in sostituzione della vecchia stufa a pellet, al catasto la casa risulta ancora a mio padre, deceduto a maggio, a chi intestare i documenti per avere gli incentivi conto termico? Grazie
PoSyS
19-novembre-2013
Normalmente chi paga l'intervento è il soggetto responsabile, a cui vanno intestate tutte le pratiche. Tua madre sarebbe il soggetto ammesso (che va indicato nella domanda). La tua situazione però è particolare. Secondo me sarebbe il caso che venisse regolarizzata prima di procedere, onde evitare sorprese.
costantino langiu
18-novembre-2013

Sarei interessato all’acquisto di una stufa a pellet ( tipo Scricciola ). Al momento l’ambiente ( circa una stanza e mezza ) è riscaldato da una stufa a cherosene. Rientro negli incentivi del Conto termico? Grazie

POSYS
28-novembre-2013

Certamente!

giorgio
29-novembre-2013

Buongiorno. Un amico mi ha chiesto un parere tecnico per l’acquisto di una caldaia a biomassa (cippato) in sostituzione di una vecchia caldaia a gasolio. La potenza è rilevante, poco al di sotto dei 1000kW e servirebbe per riscladare le serre (ha un’azienda agricola in un comune situato in zona climatica E). Tralasciando il coefficiente premiante sulle emissioni (lo considero pari a 1), il calcolo dell’incentivo mi porterebbe ad una cifra attorno ai 30k€ l’anno….ora non so se ho sbagliato qualcosa ma mi sembra piuttosto elevata come cifra…si tenga inoltre presente che ho considerato il coefficiente di utilizzo hr di 1700 come indicato in tabella. In realtà l’utilizzo finale della caldaia è di circa un terzo (500 ore)…può questo portare ad un incongruenza o a qualche problema nella richiesta di incentivo? Grazie per la eventuale risposta.

POSYS
02-dicembre-2013

Non trattandosi di una installazione che possa riguardare i prodotti Palazzetti non ho approfondito più di tanto la questione. Mi risulta però che, per impianti di questa potenza, il GSE ha previsto l’iscrizione ai registri, che avrebbe dovuto essere fatta entro il 1 agosto 2013. Successivamente il GSE ha pubblicato la graduatoria degli interventi iscritti ai registri (che puoi consultare QUI).
Senza tale iscrizione e successiva presenza nella graduatoria del GSE, non è possibile incentivare l’intervento con il Conto Termico.

comments powered by Disqus
Informazioni generali
Siamo a tua disposizione per rispondere ad ogni tuo dubbio o richiesta, per informarti e consigliarti.
  • *
  • *
  • *