Agatha Ruiz De La Prada

Tutta la vitalità della Spagna, tutta l'energia dei colori. Agatha Ruiz de la Prada studia alla Escuela de Artes y Tècnicas de la Moda di Barcellona. Inizialmente lavora come pittrice, ispirata dalla pop-art, per poi rivolgere la sua arte al mondo della moda. A 20 anni è aiutante nello studio del sarto Pepe Rubio. La sua prima sfilata, solo un anno dopo, è al Superior de Diseño de Moda di Madrid e l'anno successivo apre il suo primo negozio. Per sua stessa definizione, le sue creazioni sono “la ropa feliz”: utilizzando colori vivi e puri, forme geometriche e tutto un linguaggio simbolico composto da cuori, nuvole e fiori definisce un'identità unica che la caratterizza e distingue nel corso di tutta la sua produzione. Negli anni, sono moltissimi gli ambiti in cui opera: dall'abbigliamento all'arredo d'interni, dagli accessori alla cartoleria, mantenendosi sempre fedele al suo stile. Ma non solo. Agatha Ruiz de la Prada è anche un'accanita e ferma sostenitrice dell'eco-sostenibilità: “Sono molto rispettosa dell'ambiente che mi circonda e credo che ognuno di noi dovrebbe contribuire a sostenerlo” - dice la designer. Per questo, le collaborazioni che sceglie di portare avanti sono con aziende che condividono con lei gli stessi obiettivi di eco-sostenibilità. Qualcosa di più su Agatha. Per conoscere un po' di più l'“Agatha-pensiero”, leggi l'intervista di Federico Rocca per Style.it